Come elaborare un piano industriale in ottica ristrutturazione aziendale e rifinanziamento del debito.

Come elaborare un piano industriale di ristrutturazione e rifinanziamento del debito

Pubblicato: in Restructuring

Per essere in grado di affrontare una crisi in maniera adeguata, un’impresa deve sempre disporre di strumenti di controllo che le consentano il costante monitoraggio delle performance aziendali. Il piano industriale rientra tra gli strumenti utili per la prevenzione e il risanamento della crisi aziendale, in quanto la pianificazione porta l’imprenditore a interrogarsi sempre sul posizionamento dell’azienda e sulle possibili strategie di miglioramento.

Differenze tra piani industriali: il focus sul cash flow

Uno degli aspetti fondamentali da monitorare per poter prevedere il successo o il fallimento dell’azienda è il cash flow, il flusso di cassa. Esso indica tutte le variazioni, positive e negative, della liquidità dell’azienda in un determinato lasso di tempo. Il focus sui flussi di cassa costituisce la principale differenza tra un piano industriale tradizionale e un piano con focus finanziario.

Nel caso di una crisi aziendale e davanti alla necessità di un rifinanziamento o di una ristrutturazione del debito, il focus del business plan di ristrutturazione aziendale dovrà riguardare gli aspetti patrimoniali, economici e finanziari con il fine di riorganizzare alcune o tutte le attività aziendali colpite dalla crisi. In linea generale, questo piano industriale conterrà un piano di ristrutturazione dei debiti pregressi e un piano delle fonti di finanziamento a supporto del risanamento.

Piano di rifinanziamento e ristrutturazione del debito: la procedura

Il piano industriale ha lo scopo di individuare ed esplicitare le modalità con cui il management intende superare la situazione di crisi, ripristinando gli equilibri economici e finanziari e garantendo la continuità aziendale.

Per proporre una soluzione credibile alla crisi d’impresa, occorre analizzare in profondità le cause della crisi e definire in maniera precisa gli step necessari per superare la situazione contingente.

È quindi necessario individuare in maniera esatta, con il supporto di consulenti esperti in ristrutturazione aziendale, i flussi economici e finanziari prospettici su cui l’azienda potrà contare, in un orizzonte temporale che solitamente raggiunge i cinque anni.

Viene quindi definito un piano industriale, i cui flussi sottostanti devono consentire di mostrare come la società intende ripagare i propri debiti, finanziari e commerciali (sia quelli esistenti, sia quelli che saranno contratti in esecuzione del piano). Si tratta di un documento che sintetizza con accuratezza e trasparenza i punti di forza e debolezza dell’azienda, e le azioni da adottare per attuare un cambiamento nella strategia e organizzazione aziendale.

Il piano di ristrutturazione aziendale: un esempio

Il piano industriale di risanamento può essere strutturato nelle seguenti sezioni:

  • Una parte introduttiva in cui si presenta l’azienda, si definisce il settore in cui opera, si analizzano le cause della crisi e si elabora una situazione economica e patrimoniale di partenza. Possono già essere introdotti gli elementi vantaggiosi e competitivi su cui puntare per il risanamento dell’azienda.

  • L’esposizione delle principali assunzioni economiche elaborate dal management (nella pratica, i ricavi e le marginalità) sui quali si fonda il progetto di risanamento.

  • Il progetto di risanamento vero e proprio, in cui si esplicitano le modalità di ristrutturazione dell’azienda e si indica il contributo richiesto dagli stakeholder.

  • Il piano economico-finanziario in cui viene descritto dettagliatamente il conto economico, lo stato patrimoniale e i flussi di cassa previsti.

Il piano industriale di ristrutturazione  dovrà inoltre dare indicazioni sui comportamenti da adottare nel caso in cui si dovessero verificare situazioni impreviste sul piano economico e finanziario, o nel caso in cui si verificassero ritardi nella fase esecutiva. Inoltre in questi contesti è necessario che i flussi di cassa siano costruiti anche per periodi infra-annuali, solitamente su base mensile o trimestrale.

Cerchi consulenti esperti in ristrutturazione aziendale per elaborare un piano industriale in ottica risanamento del debito?

Contattaci